DOMANDE FREQUENTI FORNITURA ENERGIA

Domanda

Quante fatture vengono emesse durante l’anno?

Risposta

La frequenza standard prevede 6 fatture annue per le utenze in bassa tensione fino ad una potenza disponibile fino a 16,5 kw e 12 fatture annue per le medie tensioni nonché le basse tensioni con potenza maggiore di 16,5 kw.
Per le basse tensioni con potenza disponibile minore di 16,5 kw è possibile richiedere l'emissione con frequenza mensile nel caso in cui sia attiva la domiciliazione bancaria e l'invio solo e-mail.
I consumi fatturati, in presenza di contatore elettronico, sono sempre reali con rilevazione effettuata dal distributore mensilmente, salvo impedimenti.

Domanda

Mi sono appena trasferito, quali sono i documenti da presentare per richiedere l’attivazione della fornitura di energia elettrica?

Risposta

Nel caso l’abitazione sia sprovvista del contatore (attivazione con posa) è necessario compilare l'istanza (disponibile sul nostro sito), specificare tipo di utilizzo, potenza e tensione richiesta, documento d'identità , codice fiscale, dati catastali. Per le attività, in luogo del codice fiscale, allegare iscrizione CCIAA.
Nel caso l’abitazione sia provvista del contatore, ma mai attivato (attivazione preposato) è necessario fornire il numero rilevabile sul contatore (codice cliente composto da 9 cifre), compilare l'istanza (disponibile sul nostro sito), documento d'identità ,codice fiscale, dati catastali. Per le attività, in luogo del codice fiscale, allegare iscrizione CCIAA.
Se il contatore è già installato, ma sigillato, al momento della richiesta di riapertura è necessario fornire il codice POD. Nel caso non sia reperibile rilevare il codice cliente presente sul contatore.
Se l’ utenza risulta ancora attiva a nome del precedente occupante, la cosa ottimale è che siano presenti sia l'attuale intestatario che il nuovo, con documento d’identità, codice fiscale e dati catastali.
Nel caso l’utente precedente fosse irreperibile, sarà il proprietario ad autorizzare il cambio intestazione compilando un apposito modulo.

Domanda

Se la richiesta di fornitura viene presentata da una società si devono presentare altri documenti?

Risposta

I documenti sono i medesimi, ma si richiede anche copia dell’attribuzione della P. IVA o una visura CCIA non antecedente ai sei mesi.

Domanda

Mi trasferisco altrove, cosa devo fare per cessare il contratto di fornitura?

Risposta

E’ sufficiente che l’intestatario del contratto si presenti allo sportello con un documento d’identità, fornendo poi il nuovo recapito per l’ultima bolletta ed il codice IBAN dove accreditare eventualmente l'importo dell'ultima bolletta

Domanda

Nel caso venga presso lo sportello una persona diversa dal richiedente effettivo, è possibile comunque eseguire le pratiche?

Risposta

Sì, purchè questa persona presenti una delega, ovvero un’autorizzazione, accompagnata dal documento d’identità dell’utente finale.

Domanda

Ho smarrito una fattura, è possibile averne una copia?

Risposta

Sì, conserviamo l’archivio completo delle bollette; sarà sufficiente richiederne una copia allo sportello, telefonando al Numero Verde o inviando una richiesta a mezzo portale o mail all'indirizzo info@lupatotinagas.it

Domanda

Ho necessità di aumentare la potenza attualmente disponibile, cosa devo fare? Qual è la spesa?

Risposta

Basterà presentare richiesta allo sportello o tramite mail indicando il POD, l'attuale potenza disponibile e la potenza richiesta. Successivamente riceverà un preventivo di spesa che, se accettato, dovrà essere restituito debitamente sottoscritto.

Domanda

Se ho un guasto al contatore a chi mi devo rivolgere?

Risposta

Nella sua bolletta troverà indicato il numero verde di pronto intervento del distributore locale attivo 24 ore su 24.

Domanda

Ho già un contratto di fornitura energia elettrica attivo, cosa devo fare per cambiare venditore?

Risposta

Sono necessari il documento di identità ed il codice fiscale del richiedente con eventuale delega se questi non si presenta dierttamente allo sportello.
Serve inoltre una copia di una bolletta del venditore in essere o codice POD e tipologia di utenza.
Nel caso in cui il richiedente sia una società viene richiesta l'attribuzione P.IVA o visura CCIA